Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

TRA TITA TO IH CGAP.CIV. i 
vogliono efler diminuite , ma debbono follevarfi titre uguali, ed a 
piombo. fefta, che nella Cornice il -Gocciolatojo ,- e la gola fiano di 
grandezza poco differenti , ficcome i modiglioni » € dentello , i quali fa- 
ranno poco differenti d'altezza ; il Vovo farà fempre men alto del den: 
tello, e de’ modiglioni ; ficcome le gole rovelcie , ed i Cavetrti . 
La fettima , che l’Atchitrave fcolpito fi pofla fare più che tre quar- 
ti, e - pofli arrivare ad un modulo. 
L'ottava, che nell’Architrave le fafcie una ecceda l'altra , ficchè 
la fuperiore fia maggiore delle altre minori. 
La nona, che nel Capitello l’Abaco fia: il fefto del diametro 
della Colonna, e la Campana quanto il diametro , quando vi fi richieda. 
come nel Corinto ; negli altri poi non fia più alto coll'Abaco del fe. 
midia metro. . 
La decima, che nella bafe il "Toro fuperiore fia minore dell’in- 
feriore , e la Scozia minore del primo ‘Toro. 
La undecima, che nel Piedeftallo le Cornici non fiano più del 
femidiametro. E tutte quelte regole s'hanno da intendere , quando per 
cagione del luogo, e fito non fia neceflario alterarle , della qual cofa 
trattaremo più abbaflo. 
OSSERVAZIONE TERZA 
uu Del Modulo , e fua divifione. la 
| )Er proporzionare ciafcuna parte negli ordini , e dare a tutti una con- 
P veniente grandezza gli Architetti con Vitruvio lib. 3. Cap. 3. han- 
no prefo il femidiametro della Colonna ; ed i più antichi con lo fteffo 
lo vanno fuddividendo fecondo porta la grandezza del membro , che 
vogliono fare, così Vitruvio per far la bafe Attica dà la terza parte al 
plinto, e le due rimanenti le divide in quattro , delle quali, una dà 
al Toro fuperiore, l'altre tre delle quattro le divide per mezzo sed una 
dà al ‘Toro inferiore , l’altra alla Scozia co’ fuoi liftelli : Ma perchè 
quefto modo per la frequente fuddivifione è penofo , il Vignola divi- 
de il femidiametro in parri -12., 0 18, dette: minuti, delle quali ne 
prende , quanto è neceffario per ciafcun membro ; altri più moderni 
dividono in parti 30. come Palladio , il Cales ; ma io lo dividerò in 
Parti , o dirti dodici , poichè bafta quefta divifione per dare proporzio- 
ne ad ogni membro , e dall'altra parte ha relazione colla divifione co- 
mune del piede , perchè fe fi fa qual parte fia il femidiametco della 
Colonna del piede; fi fa anche qual ‘parte fia. ogni minuto, del Modu- 
lo dell’oncia. Per efempio io fo, che il femidiametro è il ‘quarto. del 
piede , anche un dito del Modulo è la quarta parte d’un'oncia; che fe 
il femidiametro è due piedi, anche un dito farà due oncie, e così fa. 
tilmente le mifure proporzionali del Modulo fi potranno. ridurre alle 
teali del piede. I 
- o TAPPO 
Sq
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.