Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

DELL: ARCHITETTURA 
fodo , ed avendo {euri profondi {picca egregiamente, come ho prova, 
Lai so nel fecondo ordine della facciata di Meilina, ene Capitelli de’ Pila, 
la {tri efteriori della Cupola del S. Sudario a Torino. Mi {ono ingegna. 
to feguendo l’efempio di Calimaco , che coll’efempio de’ fiori d’Acanto, 
che nacquero attorno ad un cefto, da cui era ftato oppreflo , trovò le 
foglie, ed i caulicoli del Capitello Corinto , come aflerifce Vitruvio al 
Cap. 1. del lib. 4., parimente anche io di formar un Capitello colle 
difpofizioni dell’Iride , o Giglio "Turchino , il quale ha tre foglie folle. 
vata, l'altre tre pendenti, e però potrebbe chiamarfi Gallico , che ne. 
gli anni fcorfi defiderava il Re di Francia , avendo propofto premj a 
chi di quella nazione trovaffe un ordine nuovo , che Gallico chia. 
mafle . 
© Le fue mifure dunque faranno le feguenti: le prime foglie AC 
faranno alte diti 9., {porgeranno diti 3 , € fopra quefte faranno l'al. 
tre CD più alte diti 2., che fanno come foglie doppie nafcenti da' me. 
defimi principj , {porgeranno diti 3., la ripiegatura BC farà alta did 
due , tra quefte foglie nafcono i bottoni II, e in mezzo a dette il fiore, 
che con le foglie dritte fi folleva cinque diti fopra l’abaco »> che ferve 
in luogo di fiore, dell’altre tre una piega nel mezzo, l'altre due nel 
luogo delle volute diftendono 2 corni del Capitello , le quali fono alte 
21. dita, cioè AF, e lunghe 10., cioè AE, EF'e dall'ellremità loro 
fino al Collarino lafciano un modulo » cioè lo fpazio AE. ‘Tutta la Cam. 
pana è diti 22., e l’abaco diti 3» de‘ quali’ uno è il Vovolo » un + 
il liftello, due il fuo piano , del quale un dito vien occupato dal gam- 
bale delle foglie , che eftendonfi a'corni; la pianta di quefto Capitello 
fi fa come la precedente in quanto all’abaco : În quanto alle foglie le pri 
me {ono 8., e {porgono diti 2. Le feconde quelle di mezzo {porgo- 
no in fuori quanto le corna diti 4. >» e quelle fù le diagonali diti 9. dal 
vivo della Colonna di fopra. Le altre/mifùre facilmente fi poffono rac 
cogliere dalle. fteffe figure fenza altro difcorfo . 
Un'altro Capitello 23. pure vi è cavaro dal fiore detto Aquileja, 
Ò Aquilina incognito agli Antichi detto da’ Francefi Angolia pavonaz 
zo , O bianco di Primavera » il quale nelle opere {ode corinte non la- 
fcia di aver il fuo luogo di bellezza ; Quetfto fiore tiene è quattro , ov. 
vero otto piccole Campane, è Calici, le quali finifcono in un cornet: 
to, che fi rivolta in dentro, ed altre volte in fuori , € fà come pic- 
cole volute. Tra quefte fono altre foglie diritte , le quali nafcono da 
principio de’ Calici nel finir de cornetti, e fi dilattano fra l’uno, e l' 
altro. Ho pofto dunque quefte otto foglie , che s’innalzano fra’ Calici, 
quattro fotto alle cornici » € quartiro fotto il mezzo dell’abaco, ed i Ca. 
dici, o Campane del fiore da una parte, e dall’altra ed ho lafciato, 
Che i cornetti, in cui finifcono i Calici, vadinò a terminare fùul Col. 
larino , e fervono per empiere quel vano , che refta tra un cornetto, 
e l’altro. | 
. Quefte dunque avranno d'altezza dîti ro. > {porgeranno come nel- 
la pianta dita 2; 1 cornetti faranno alti dita 12. » 1 Calici dita 11., 
le foglie fra effi. dita 1 3-, ed occuparanno dell’abaco diri 25, che farà 
alto 3 = come l'altro . : 
La pianta in quanto all’abaco “farà come l'altre; in quanto a' 
fiori 
122
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.