Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

DELL ARCHITETTURA 
; lla B. V. di Rens in Campagna, la principale di Parigi in 
Laft.1r. Chic sel Duomo di Milano in Lombardia seda Certofa. La Chie. 
"Trat. 3. fa della Città in Bologna , la primaria di Siena nella l’ofcana, e molte 
altre infinite edificate con grande {pefa , e non {enza grand arte. Qr 
di quell'Architettura , che fi fappia, non fono ftati mai dati precetti, 
o aflegnate le proporzioni , ma come nata {enza Maeitro, COSÌ fi è an. 
data propagando , imitando offequiofi i Nepoti quello > che aveva 
no veduto eleguito dagli Avi; e perchè gli uomini di quel tempo ave. 
vano per fingolare leggiadria il comparire {velti , e minuti , come f 
vede negli antichi ritratti, così a loro piacque confeguentemente nelle 
loro Chiefe , che fecero proporzionatamente alla larghezza molto ele. 
vate; onde feguendo lo ftile nelle altre cofe fecero eziandio le Colon: 
ne di fomma {veltezza , e quando la neceffità portò pel pefo eccell. 
vo di farle più grofle per non perdere la loro amata fottilezza n'-uni 
rono molte infieme, e ne fecero come un compofto, come fi può ve 
dere dalla pianta fegnarta 20. nella Laftra XI. , ciafcuna delle quali 
portava un piede de’ quattro, che formano la volta a crocciera ; della 
qual maniera di volte molto fi dilettarono. Ed oltre quefta tanto am: 
bita fveltezza parve anche, che affettaffero un'altro fine totalmente op- 
pofto all’Architettura Romana. Perchè 1à, ove quefta- ebbe per prin 
cipale intento la fortezza, e ne fece pompa anche nella foda dif. 
polfizione degli edifizj , quella ebbe per ifcopo di ergere molti For. 
ti sì, ma che fembraf{ero deboli, e che ferviffero di miracolo , co- 
me fteffero in piedi: Laonde fi vedrà una groiliifima "Guglia di un 
Campanile appoggiata ftabilmente fopra fottiliffime Colonne : Ar- 
chi che fi ripiegano fopra il lor piede "che pende ‘in.aria , nè s'ap 
poggia a Colonna , che lo foftenti. Torrette tutte traforate , che fi- 
nifcono in acutillime | piramidi ;.fineftre eftremamente elevate; vob 
te fenza fianchi. Ed ebbero. fino ardimento di collocare un’ ango- 
lo d'una altiffima Torre fopra d'un’ arco , come nella Chiefa ‘mag. 
giore di Rens fi vede, o fopra una Colonna , come al Tempio del. 
la: noftra Dama di Parigi, o’ pure. fondarlo fulla cima di una vol 
ta, o fopra quattro Colonne, come S. Paolo a. Londra, un’ alciili- 
ma Cupola fopra quattro Colonne, come nel Duomo di Milano, : 
Da quefta ambizione anche nacque di far le Torri pendenti , co- 
me la Torre degli Afinelli a Bologna ; e. la Torre’ del "Dtuiomo di Pi- 
fa, le quali febben non fono di aggradimento alla vifta, fanno pe- 
rò ftupire gl’ intelletti, e rendono gli {pettatori‘atterriti ; onde di 
quefti due oppofti fini qual fia più: gloriofo , farebbe degno problema 
di un'accademico ingegno. E da quefti Gottici efempj , credo, che rela 
più ’ardimentofa l’Architettura Romana abbi finalmente ofato di folle- 
vare le Cupole fopra quattro Pilaftri , come già fe ne veggono, oltre la 
prima di Firenze , e poi S. Pietro a Roma » torreggiare: molte altre , ed in 
Roma, e per molte Città d’Italia. 
Ma per ritornare all’ ordine Gottico vi fono colonne di tre forte; 
alcune fono di 20. moduli, come la Colonna 21. altre: di 18., altre 
di 15. 1 Capitelli ordinariamente non eccedevano un modulo , ne ave= 
vano volute ; ma dal quadro con uno-fmuffò difcendevano nel tondo; 
) 
734
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.