Volltext: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

* DELL'ARNRCHITETTURA 
Lait.12. molto più groflo , e lafci tanto fpotto, quanto fa neceffario per por 
13. 14 zare almeno il vivo delle colonne , che le fiancheggiano. Circa le mez. 
Tratl3i ze fineftre, 0 le fineftre fuperiori Sha d'avvertire , che la luce loro fa 
in tutte, o alte , o bafle, che fiano della fteffa larghezza , e Corrif. 
pondenza a piombo , la più alta colla più bafla, e le è neceflario Vi 
fia qualche differenza , che fiano piuttofto le {uperiori più ftrette, Do. 
vranno anche corrifpondere a piombo i mezzi delle fineftre , ne ma 
fi collocherà una fineftra ful piano , altrimenti, oltre la vifta deforme 
rendefi la fabbrica rovinofa , effendo tagliati dalle fineftre fuperiori i 
muri, che fono fra gl’inferiori. 
OSSERVAZIONE SECONDA. 
Degli adornamenti , e proporzioni delle Porte. 
E Porte fe fono delle Stanze , ordinariamente non s adornano, 
L ma fe vorranno nobilitarfi , e adornarfi , ferviranno le fteile re. 
gole, che danno proporzione alle fineftre , ma fe fono di tutta la Ca 
fa , oltre le regole, che abbiamo detto circa l'adornar le fineftre,e 
circa i varj modi d’adornamenti s'offerveranno ancora le feguenti. Pri 
mo, che la Porta fia in mezzo, venga a qualunque modo fi voglia il 
fito , o fia bifquadro , come efler fi voglia , ed in cafo che non fi polla, 
piuttofto fe ne faranno due in ugual diftanza dal mezzo. Secondo , do 
VIà efler larga quattro piedi liprandi, e mezzo, o cinque , cioè tanto 
quanto poffa entrare una Carozza , quando non fofle cafa tanto pl 
bea, che ciò non fuffe neceflario . 
T'erzo, non dovrà la luce fua effer tanto alta, che efcluda gli 
adornamenti di fopra , eflfendo pur neceflario almeno una qualche cor 
nice, che porti frontefpizio, ed in tal guifa in qualche modo nobi 
litarla . 
Quarto , fopra la Porta dovrà fempre efler un vano, o fia fine 
ftra, o fia arcata , come fi vede nella Laftra 13., e 14. nelle fineftre 
L'A; CO ; e fue arcate. 
Quinto, il liminare detto Hyperthyrum deve follevarfi dalla ftrada 
almeno un mezzo piede per dare lo {colo alle acque interne, e prot 
bire l'ingreflo all’efterne, e deve effere di pietra dura per refiftere alle 
ruote de’ Carri, o Carrozze . 
CAPO DECIMOSESTO. 
Delle fafcie , rilievi , bifquadri , e dell’opera ruftica , con cui 
s'adornano le facciate. 
diletta taluno in vece d’abbondare negli ornamenti delle 
fineftre d’ornare il muro fra efle , che fi fa ne quattro pre: 
detti modi, de quali affegnaremo qualche regola , e divi 
{atemo le varie maniere in quefto Capitolo. 
i ua” 
142 
OsSF®
	        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzerin, sehr geehrter Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.