Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

DELL'ARCATTETTURA: 
Lala OSSERVA Z7Z LO N E TERZA 
ratt.5 
PROPOSIZIONE xx1II. 
Modo di fegare un multilineo in parti affegnate con linee » che partono 
da un punto di mezzo . 
Ia la figura ABC D EF, il punto affegnato fia X , dove più pia 
Fig.2. S ce, ma non nei lati, e fia da dividere la figura in quattro par- 
ti; fi tirino dal X le linee punteggiate , che dividano tutto il piano 
del rettilineo in tanti triangoli, e la lina GO per la 19. fia divifa 
nelle parti GH, e. HI, e1K,eKL, e LM, e MO, che fiano fe 
guitamente collo fteflo ordine proporzionali ; come i triangoli A BX, 
e BXC,eCXD,eDXE, e EXF, e FXA, e quefta fi divi- 
da in quattro parti in P, QQ» BR; Perchè dunque la prima divifione 
P_ cade nella feconda linea, dovrà dividerfi la bafe BC del fecondo 
triangolo in tal guifa, che ficcome HI ad HP, così fia BC a BS, 
e fi tiri la XS, e la figura ABSX farà il primo quarto di tutto il 
rettilineo; Così perchè -Q cade nella parte K L, che corrifponde per 
ordine alla bafe del quarto triangolo, fi farà in proporzione come KL, 
e QK, così la bafe D E alla bafe DT, e fi condurrà la X T, che di- 
ftinguerà l’altro quarto , che farà XSC DT. 
Così fi tarà dalla parte R, la quale richiede la bafe EF,chefi 
proporzionerà, come LM a LR, così EF a EV,e fi tirerà la X 
V,eTXV farà il terzo quarto, onde VF AX refterà il quarto , e 
così farà divifa la figura in quattro parti . 
Si potrebbe anche fare una divifione, che foffe come Za FG, 
come per {è è manifelto , ed abbiamo fatto nella precedente. 
OSSERVAZIONE “QU AR TA 
P.RIO :PF..QS1ZIO NE. xxX1H1 
Modo di, dividere un restilineo' in due parti , tirando la linea dividente 
da un punto eletto di fuori . 
Fig. 3. Ta propnfto il rettilineo ABQ BC, da cui s'abbia da levare una 
S parte determinata, tirando la linea dividente dal punto O fuo- 
ri dello. Primieramente fi divida tutta la figura ne’ fuoi triangoli 
BAQ;, e QAB, e BAC, ai quali fi faccia il rettangolo uguale M 
N per la Prop. 7. di quefto Trattato , ed in effo ciafcun rettangolo 
corrifpondente a ciafcun triangolo , cioè il rettangolo MP al triango- 
lo BAQ, il rettangolo P_R al triangolo A QB, ed il rettangolo RN 
al triangolo BAC, e perchè il punto O è dalla parte del triangolo 
B AC il rettangolo R N uguale a lui in quella parte, che defideri le- 
vare fia il rettangolo TN, e perchè non occupa tutta la parte NR, 
perciò fi potrà levare dal triangolo BA C., che fe foffe uguale ro 
maggio: 
2260
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.