Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

; DELL’ ARCHIT:H T'TURA 
ran i ralellal, avendo già di ciò affai ragionato, ma quando col piano or 
Trav. tografo fa qualche Angolo, che chiamafi Angolo della. inclinazione 
il quale è quello , che fa la fuperfizie , che fi ha a gettare in piano 
collo fteffo piano ortografo, che la riceve. Che {ebbene talvolta ad. 
diviene, anzi il più delle volte, che quefti due piani non fi fegano, 
è però fempre vero, che inclinando l’uno all’ altro , prodotti quanto 
baftafle , alla fine fi fegarebbero. Onde a quella fezione fi potrebbe tira 
re fopra ciafcun piano una perpendicolare , e così farebbono due linee 
fopra due piani, che comprenderebbono un’'Angolo , il quale è quello, 
che fi dice d’inclinazione, come {piego nel Coroll. 3. nella prop. 4.a 
‘Tratt. 22. del noftro Euclide, . 
OSSERVAZIONE PRIMA 
Dato l Angolo della inclinazione de' piani fi infegna a gettare in piano una 
fuperfizie obbliqua, che abbia un lato paralello al lato ortografo. 
Fig. =. I dato l’Angolo A, di cui due lati uno AC fia fopra il piano or 
1.3 tografo, l'altro A B fia fopra il piano primigenio , o da gettati, 
che fia il pentagolo IF, e ftia perpendicolarmente fopra il lato GF, 
in tal guifa , che la imprellione , e marca della linea AB, fia ED 
normale al lato GF della figura da gettarfi 1F, cioè al lato, il quale 
fi. fuppone paralello al piano ortografo ; 
Ciò prefuppofto fi trasferifcano gli Angoli 1, ed H nella linea 
DE per mezzo delle normali IK, e KH, e perchè DE è la mari 
ca, o veftigio LAB lato, in ello fi trasferifcano gl’ intervalli DK, 
e DE, cioè DK fi trafporti in AL, e DE in AB; da poi fi fac 
ciano ‘cadere delle normali dalla A B fopra la {fteffa A C , che fi fup 
pone nel piano ortografo, e fiano le linee BC,ed LM, le qualino 
tino i punti C, ed M. a 
Effendo adunque , che GF fi pone, e prefuppone paralella al 
piano, per la Off. 2. farà della ftefla mifura ; onde farà la linea 3-4 
eguale alla linea GF , a cui fi tiri normale la linea s.7., la quale ef 
prima la linea C A alla fezione normale , e però in ella fi trasferilta: 
no i punti A M, che fia 5. 8., ed efprimenti le parti di DE per 
VON s5., AC che fia 5. 7., fi tiri dunque per l’8. la paralella 6. + 
a 4. 3. fi trasferifcano poi le diflanze K H in 8. 2., e KI in 8. 6, 
perchè fono le ftefle nella linea 6. 2., e nella linea 1H, per eflere 
ambedue paralelle a GF, o 4. 3., che fi fuppone paralella al piano. 
Finalmente quefti punti s'unifcano infieme colle linee 3. 6, 
7.5 7. 2.52. 4., e la figura 2. 4. 3. 6. 7. farà la figura HF GIE get 
tata in piano : lo provo alla prop. 11. nel Tratt. 25. del noftro Et 
glide , benchè ciafcuno dalle antecedenti Oflervazioni lo pofia facilmen» 
te raccogliere . 
OSSER 
pad
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.