Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

"TARIA "FT A TO; NA CAP. MI. 
qmente fi veda, fe tirata dall’angolo H allo fteffo lato FG, qual Lat 1. 
pate Jevi dal quadrato P S uguale al quarto D È del rettangolo D Tratt.s 
g, e fatta l'operazione fecondo 1 documenti della Propof. 4. , farà il Fig. 19. 
riangolo HM 2. uguale al rettangolo RP, che non adequa; ne pren- 
de tutto il quadrato PS, e però effendo ‘meno non adegua il quar- 
DE, cui il detto quadrato PS reita uguale. Percio dall’ angolo 
| condurremo la retta L 3., e trafinutando il trapezio H 3. La. 
nel rettangolo RT già adequa la quarta parte del rettangolo DB, 
»d in confeguenza il multilineo dato, ma fe non adeguafle, allora dal 
anezio L 2. 3: 4.5, 0 triangolo {enza vettice con la paralella L 3. fi 
iegiungerà la parte per modo di efempio L 3. H2., la quale ugua. 
gi il rettangolo R'T' per la Prop. 15., ma fe appreflo a quefta fi ha 
da collocare um’ altra quarta parte , perchè vi è il triangolo T' 3. R, 
che da' due lati è divifo dal refto , però fi dovrà connumerare ,in 
quelto quarto , perciò per la Prop. 4. fi ridurrà in un rettangolo Pil 
iuale è X V , che abbia il lato del’ quadrato IV, che adequa il ret- 
ingolo D E, ch’ è il quarto del quadrato D B, onde il triangolo T' 
; R è meno del quarto, e perciò per arrivare al quarto ricercaii af- 
hi più; perchè dunque vi è l'angolo N fi tirerà una paralella al la- 
(0 GF, e fi farà il trapezio 7. 6. 2., dal quale fi vedrà fe adegua il 
relo XZI del quadrato EV, e per la 4. Prop. fi troverà, che il tra: 
pezio 7. 6. N fa il rettangolo Z Y , che nemmeno adequa tutto il 
qudrato VI , e pero al triangolo , di cui non fi sà il. vertice 7. 6, 
N alla linea 7. N s'aggiungerà una parte, che farà 7. 4. N s. ugua- 
k al rettangolo refiduo 1. sc, e così il triangolo 3. TR farà uguale 
i rettangolo X V , ed il trapezio 7. 6. N uguale al rettangolo ZY, 
e finalmente 6. 4. 5. nel rettangolo s.1. adequeranno il quadrato V 
| uguale al quarto D E del rettangolo D B uguale a tutto il multi- 
lneo, e-G K, MH , onde: dal detto multilineo effendo già recati i 
tte quarti; refta l’ ultimo quarto nel trapezio T'S, e perciò tutto il 
Milinep è f{taro divifo in quattro parti colle paralelle al dato la- 
10 
OSSERVAZIONE TERZ 4. 
PROROSIZIONE XIX. 
Modo di ligave qualunque multilineo in qualunque parte con paralelle ad una 
linea pofta fuori della figura . 
O la figura ABICQRT, la quale fi debba dividere con para 
) lelle a M N linea pofta fuora di effa , e s'abbia da dividere in fig. 20 
due parti; che una fia i due quinti del tutto. Si divida prima il det- | 
t0 rettilineo ne’ fuoi triangoli , e quelti fi riducano finalmente nel rer- 
angolo BID AC, che farà uguale per confeguenza al dato multili- 
NO ABICQRT, fi divida la di lui bafe in s. parti , ed ai due quin 
Wil tiri la paralella FE, e così il rettangolo EACF farà i due 
Quinti di tutto. il rettangolo BAC D: Di poi nel multilineo all’ an- 
olo 
277 
e
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.