Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

AVRUATT' TALE O TL ACAP. “pl 
: OSSERVI AZ ZIO NESSE STAZ Laftrai 
Del modo di livellare moltiplice . Mina fia SUI 
Uando per la vaftità del fito non fi può. livellare: tuttò ‘in’ un 
O punto ; e con una {tazione folamente, ma farà neceflario mol- Fig. 5, 
- tiplicarle, fi chiamerà moltiplice , e fi può fare in due modi : 
è collocando più volte il livello , ovvero ponendolo una volta fola- 
mente, e conducendo più linee .equidiftanti. È per dare un’efempio 
al primo modo: fi abbi a livellare il punto A, e vedere quanto fia 
più baffo del punto I, come nella figura quinta, fi collochi’l. livello E, 
e fi miri lo fcopo C, e D,'e fi noti diftintamente l'altezza CA nel- 
la prima colonna, che fia piedi due , oncie tre, punti fette, e nell 
altra colonna fi noti l'altezza” DD: H, che: fia: piede uno; Oncie no- 
ve; punti cinque; indi fi faccia la ftazione G,e fi miri alla {teffà ver- 
ga HD lo fcopo L, e l'altro M. oppofto, e fi noti l’altezza LH for- 
10 la prima colonna, che fia piedi tre, oncie due, punti nove, e l’al- 
tro fotto la feconda M N piede uno, nncie tre , punti tre ; Poi lafcia- 
ta l’afta MN nello fteflo luogo fi trasferifca il livello in B, e {fi mi- 
rino li feopi O, e P, e prela la mifura NO piedi tre, oncie fette, 
punti quattso., fi noti fotto la prima colonna, ficcome la PK fotto 
la feconda ,' che fia piedi due, oncie undeci, punti dieci. Finalmen- 
te trasferito il livello in V fi mifureranno gli fcopi Y., Z, e fi no- 
terà fotto la prima colonna l’altezza K Y piede uno , onciè nove, pun- 
ti otto, e fotto la feconda l'altezza Z I piedi due, oncie fei , punti 
quattro. Fatto quelto fi fommano le colonne, e poi fi leva la minore 
dalla maggiore, e quello, che refta è la minore altezza dal punto A 
rifpetto al punto I, che come nell’ efempio farà piedi due, oncie quat 
tro, piedi {ei ; e tanto fi farà, fe fi tratterà folamente di afcendere , 
Ò difcendere . 
Pi Lear? 7. To. O: 5 
O n 1. 5 De 
de 2. 11. IO- 
ansi Je "e 2. 6. 
IO: II. 4. 8.- 6. 10. 
Bis G6..10. III 
Quei ip 6, 
è _Quefto modo , benchè in pratica fia ficuriffimo , fecondo dimoftra 
Scipione Claramonte de ufu f(peculi nella par. 2. pag. 161. e feg., ciò 
non oftante in rigore Geometrico non è vero; perchè non iftende un 
perfetto piano » e le CD ,LM, OP, YZ linee non fono paralelle, 
ma fi piegano in un Poligono attorno al centro del mondo ; Perchè 
EF il 
# |}
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.