Full text: Architettura Civile Del Padre D. Guarino Guarini Cherico Regolare : Opera Postuma Dedicata A Sua Sacra Reale Maestá

DELL ARCHITETTURA 
Le golo, e fe fi congiungeranno le parti mifurate col femidiametro. comk 
Lafirg, L, fi farà il Seflagono; fi potrà anche trovare il punto A » tirandd 
una linea dalla L per O centro, che cadrà in A metà dell’arco BA C 
Fig.4. Si prova alla prop. 5. "Tratt. 20. del noftro Euclide . 
DEDUZIONE. 
Uindi avviene, che fe gli archi de'circoli fi dividono per mezzof 
poffono duplicarfi i lari delle figure , tirando le futtenfe alle 
predette divifioni; In tal guifa il quadrato fi può ridurre in ottangolo, 
e così "I Pentagolo in Decagono , così ’l Seffagono in Duodecagono , e 
quefte anche con nuova fuddivifione moltiplicare , 
OSSERVAZIONE SESTA. 
Modo di fare una figura nel Circolo di quindici lati . 
defcriverà nel circolo AD BC il Triangolo ABC, ed il Penta 
Fig. s golo + ovvero ad un fuo lato D A, e la differenza, ed arco fra il 
lato BA del ‘Triangolo, e DA del Pentagolo farà D B, che divifo 
per mezzo in E, e tirate le futtenfe DE , ed E B faranno due lari del 
Quindecagono; lo provo con Euclide "Tratt. 7. prop. 16. eflendo il 
Triangolo di due unità differenti dal Pentagolo , ed il 3. moltiplicato 
per 5. fa 15. | 
DED.UZIONE PRIMA. 
CC anche fuccede in ogni altra figura , perchè il lato del Penta. 
o golo, ed Efagono fara una figura di 30. lati; perchè 5. mol. 
tiplicato per 6. rende 30., e perchè il 5. dal 6. differifce folamente und 
unità, perciò l'arco , che refta tra l'uno, e l’altro lato delle dette figui 
le futtende una linea, che è lato di una figura di 30. lati; così 1 lato 
LA , e triangolo lafcierà un’arco , che futtenderà il lato del 
Selgroo iii loi uao e purggio det ian 
gura di 20. lati. 
DEDUZIONE SECONDA. 
D' ciò ne fiegue eziandio , come fi pofla ogni figura moltiplicare 
Figé pira Lo de : dividendo l'angolo al centro in tre parti , come nella fi- 
drain ONe quinta l'angolo BOA, ch. fi fa, come abbiam 
fareble pat. e. Cap. 8. coll ajuto della quadratrice ; onde il circolo BAC 
ivifo in 9. parti, e fi farebbe un Nonagono. Solam l’Epta 
gono non fi è potuto fare fin'ora gono, ente Lp 
Îlone he devio ra ‘con regola evidente; onde in occa 
Efagono fon i e dote ere, fi potrà fare mifurando il lato BC dell 
punto L ino f: ato d C dl triangolo dal Diametro normale BA dal 
DV. e e facen o un arco da L intervallo IL fegherà in V l'at 
à fettima parte , ed un lato dell'Eptagono. 
OSSER- 
48
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.