Full text: Descrizione di quanto e più notabile nei magnifici sovrapposti templi di S. Francesco ; Posseduti ed officiati nella città di Asisi ... Corredato di sei tavole in Rame tre grandi ... dai molto rev. PP. Min. Conv. ...

fr 
19. Ritornando in Chiesa , solleva e gira le ciglia se “Puoi què entro, 
di rarità luminose meravigliare. Tutte le pitture’ che vedi dalla suddescrit.- 
ta Crocifissione in sù ( num. 16. ) nel ‘rimanente della volta di questo 
braccio della crociata, e «quelle delle pareti , sono dagl’intendenti attribui- 
te con sicurezza a Puccio Cappanna uno degli scolari di Giotto; ed è pro- 
babilissinio che Giotto stesso ne sia stato il direttore , e forse’, in quante, 
a qualche gruppo anche iuventore . Sono per verità sorprendenti .' Rappre- 
sentano ì fatti degli ultimi periodi della Vita di Gesù Cristo ; cioè la Ce- 
na , la *Lavanda , l’ ingresso in Gerusalemme , la Cattura preceduta dal 
Bacio di Giuda, la Flagellazione, la gita al Golgota colla eroce sugli ome. 
ri , la Deposizione , la Sepultura, la Discesa nel Limbo , la Risurrezione ; 
e comÈè sono perfette ! con quale delicatezza eseguite ! con qual espressione 
delineate 1 Vi ha luogo anche un bel S, Francesco in atto di ricevere tut- 
to acceso di amore le Sagre Stimate; e in un incavo sopra la scala evve. 
ne un altro, Finalmente vi è pure un Giuda  impiccatosi ma non poco 
deteriorato . 
20.’ Tratteniamoci alquanto nell’ osservare la grande ‘Orchestra’, ‘che 
gira intorno per tutto il coro, e che finisce da ambe le parti con due 
Orchestrini bellissimi di fino intaglio e di squisita doratura . I dipinti’ che 
ti si offrono nella intera volta del detto Coro sono del Cavalier Sermei ; 
e rappresentano il Paradiso , il Purgatorio , e l’ Inferno. Lo stesso’ Coro 
poi di seggi cinquantuno a due ordini , come vedi , viene dagl’ TIntendenti 
lodato assai. Fu opera in quanto al grosso lavoro di Mastro Appollonio ‘da 
Ripatransone , che ci lasciò il suo nome ed indicò: di ‘averlo ultimato nell’ 
Aprile del 1471. ; in quanto poi al fino intaglio ; di Mastro Tommaso-”di 
Antonio Fiorentino chiamato a ciò dal menzionato Appollonio fino. dal No- 
vYembre 1468. 1 
21. Se vuoi peraltro ben più altamente stupire , appena esci da quì ; 
volgiti alla Tribuna , e fermati a contemplare gli ultimi sforzi per così 
dire del celeberrimo Giotto . Ad uno ad uno considera i bei dipinti che 
in campo d’oro pompeggiano nei quattro. ampli triangoli che formano il 
gran quadrato di volta sopra il binato Altare di S. Francesco . Eccone la 
esattissima descrizione che ne lasciò nel suo libro intitolato: Collis Para. 
disi amoenîitas etc. . Il P. Maestro Francesco Bartoli fedelmente recata in 
Italiano . 
»» Nel primo triangolo presso al Coro’ si vede il Serafico Padre con 
3 dalmatica diaconale tutta intessuta di fiori, sopra un bel seggio portato, e 
‘> accompagnato da Angioli , alcuni dei quali dan fiato a trombe , mentre 
»» Vvarj altri sembra che alternatamente armonizzino dolci canti come se 
2» in gloria e trionfo lo conducessero: e la iscrizione GLORIOSUS FR 4AN- 
» CISCUS lo significa , non che il vessillo purpureo , che a lui di sopra 
9 SÌ scorge , come trasmesso: dal Cielo . 
22.95, Nel secondo triangolo , a destra , sotto un bel portico pratica- 
s) bile siede uom grave in bruna monastica vesta itivolto , e adorno di 
2» quadrato diadema il quale colla diritta mano impone un giogo sul collo 
9 di certo frate dinanzi a se genuflesso., e colla manca si pone il dito al-
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.