Full text: Descrizione di quanto e più notabile nei magnifici sovrapposti templi di S. Francesco ; Posseduti ed officiati nella città di Asisi ... Corredato di sei tavole in Rame tre grandi ... dai molto rev. PP. Min. Conv. ...

18 
Coro è perfetto . Disegno, architettura ; proporzione , delicatezza. . Ogni 
seggio superiore ha la sua cupoletta ( e sono settantadue ) e sopra ogni cu- 
poletta figurano vagamente guglie, e piramidi . 1l postergale di ciascun seg 
gio è intersiatura finissima di varj legni colorati , e colorati naturalmente 
è vi sì vedono ritratti , ornati , ed altre cose analoghe al genio di quei 
tempi . 
39. Il Quadro di forma ellittica sopra il Trono Papale nel centro del 
detto Coro, rappresentante Maria Vergine Assunta in Cielo ( a cui questo 
Tempio singolarmente fu dedicato ) è opera del Lamparelli Spellano , di 
assai mediocre valore. Il menzionato Trono Papale di marmo nostrale fu 
quì innalzato per ordine di Gregorio IX., e ne fa l'artefice , a sentimento 
di molti, Fuccio Fiorentino ( v. num. 11. ). Questo dimostra la Pontificia 
giurisdizione , cui è sottoposto esclusivamente l’edifizio delle Asisane Basi» 
liche . 
4o. Rimane tuttora da contemplarsi un’ altra cosa rarissima ; cioò il 
tetto di questa Chiesa . Esso non è come alcun altro; dacchè non ha nè 
corde, nè travi, nò cavalletti; ma tutto posa di sopra fortissimi archi reali 
che si partono da pilastri a levante, a ponente, a mezzogiorno , e in qual- 
che luogo fino al numero di sette. Per lo spazio di sci secoli non solo non 
hè sofferto, ma sembra di fresco innalzato . 
ARTIGOLO. HI. 
Sotterraneo. 
41. Il fatto ha provato , che quanto avea scritto Giorgio Vasari per 
rapporto ad una terza Chiesa esistente in questo gigantesco edifizio > certo 
sull’ asserzione di altri Autori precedenti , che forse amarono di appellare 
Chiesa il loculo dove realmente fu rinvenuto il Corpo di 8. Francesco; il 
fatto, dico, ha provato che un tale racconto era falso « 
42. La memoranda invenzione accadde ,. e in verità dopo lunga e la- 
boriosa ricerca, il giorno 12. Dicembre 1818. sì fece causa, per le oppo- 
sizioni che insorsero , sopra l'identità delle Spoglie del Serafico Patriarca , 
ma finalmente dopo mature disamine ingiunte ad una Congregazione spe- 
ciale di Eminentissimi Cardinali dalla s. m. di Papa Pio VII. riconoscius 
te le cose quali sì erano , lo stesso Supremo Gerarca, mediante un Breve 
del 5. Settembre 1820. solennemente dichiarò che il Cadavere ; ossia le 
Ossa trovate in una urna di pietra ( ed è la medesima che attualmente le 
chiude, riposte in altra bella Urna di metallo ) sotto l’ Ara massima della 
Chiesa inferiore dei Minori Conventuali di Asisi , sono le Ossa di S. Frane 
cesco IÎstitutore dell’ Ordine Serafico . 
43. In conformità di quanto era stato ordinato nel summenzionato 
Breva si venne allo scavo del Sotterraneo , e ne fu dal P. Maestro Zabbe- 
roni ( Bonaventura ) specialmente ad hoc nominato, nel dì 26. Settembre 
1822. con solenne funzione posta la prima pietra . Il 26. Marzo 1823. era 
terminato . Recati adunque ad ammirare ( ed ora si può ben dire ) la terza
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.