Full text: Descrizione di quanto e più notabile nei magnifici sovrapposti templi di S. Francesco ; Posseduti ed officiati nella città di Asisi ... Corredato di sei tavole in Rame tre grandi ... dai molto rev. PP. Min. Conv. ...

E 
A: PIPCBENCDT CE 
483. Oltre alle cose notabili nei soprapposti Templi , che abbiamo de- 
scrittà , ce ne sarebbono molte altre degne di osservazione per entro 1’ 'an- 
nesso Cenochic, della vastità del quale può giudicare ciascuno, il ‘quale 
venga in Asisi dalla parte di Perugia ( v. num. 3. ) . Siccome però l' in- 
gresso nel medesimo non eé conceduto che agli uomini; così ci contente 
remo di accennare unicamente, che anche nei due Chiostri contigui al dore 
so delle Ghiese meritano di essere contemplati tutti i Quadri a fresco rap 
presentanti moltissimi fatti relativi alla vita, morte , e sepoltura di S. Frans 
cesco , non che molti medaglioni consimili , dei quali fu Autore Adone,o 
Dono Doni abilissimo dipintore Asisano; potendo questi soli essere veduti 
dai Forastieri di ambedue i sessi. 
49.» In quanto però agli uomini , sarebbono essi dispidcenti se nion pas= 
sassero un momento a considerare il così detto Calcio, dove rileva la ma- 
goificenza dello Sperone fatto erigere dal benefico Sisto IV. a sostegno del 
pericolante Monistero ; il Refettorio grande ove è una Cena di Gesù cogli 
Apostoli del Cavalier Solimene , ed il Refettorio piccolo’ che ha una” Cena 
parimente , ma ‘d’ assai più pregevole, di Adone Doni suddetto . i 
So. Chiuderemo il presente’ libercolo con pochi cenni storici relativi 
all’antico Tempio di Minerva, di cui tuttora in Asisi rimane il bellissimo 
porticato ; siccome nella» prefazione di quest’ Opuscolo promettemmo . 
La Chiesa dunque ‘che trovasi nel centro ‘della piazza principale’ di 
Assisi ora consecrata a Maria Santissima, era nei tempi del Paganesimo un 
delubro intitolato a Minerva . Ci fu chi pretese potere asserire clie questo 
si fosse, piuttosto un Pantheon, ma le ‘ragioni’ che -fie ddduce non reggono 
allo squittinio di una critica ragionata! (a) . 
E’ incerta la precisa epoca della erezione di tale antico delubro; ma 
certamente fu posteriore a Callimaco , il! quale fu’ l’ inventore dell’ ordine 
corintio , e visse circa 540. anni prima della venuta del Messia; dacchè di 
ordine corintio, ‘e in verità squisitissimo , sono le. colonne del superstite 
sopraddetto porticato . Il: viaggiatore intelligente di per se stesso potrà dis 
scernere .il pregio; per gl’’ignoranti sarebbe inutile il‘ più parlare su que: 
sto. subbietto. Accenneremio soltanto ‘che scrissero su di cotali nobili avanzi 
di antichità Palladio , Antolini > e l’Atore della Operetta indicata qui sotto 
in nota -- Asisi ec, 
Finalmente della medesima Operetta si gioveranno tutti coloro che 
amassero di conoscere varj altri monumenti di pregio , dei quali Asisi va 
ricca ; e tale Operetta esiste vendibile presso i Sagrestani del -Sacro Con- 
vento, quantunque in pessima carta , e ancor peggiore edizione . 
| Se per intero le vostre brame non restano soddisfatte, o Viaggiatori , 
ed Artisti, col presente libercolo , valutate la buona intenzione di chi la 
scrisse 3 e rammentate che nelle opere umiane è sempre impossibile la per: 
fezione.. 
- (a) Vedi l’ Operetta -» Asisi Città Serafica ec. a» Parte I. Artic. 4.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.